Passi per una strategia di successo sui social media senza scopo di lucro

Le organizzazioni no profit utilizzano una vasta gamma di strumenti di social media (video, audio, testo digitale, foto, giochi) per condividere i loro contenuti socialmente.

Tuttavia, nella fretta di salire sui carrelli dei social media, molte organizzazioni non profit ignorano la strategia e la pianificazione necessarie per raggiungere il successo.

Ecco 11 passaggi che la tua organizzazione può adottare per creare una strategia e pianificare i tuoi sforzi sui social media. Una piccola pianificazione fa molta strada!

Crea un comitato per i social media

Il lavoro quotidiano dei social media non può essere svolto in un silo. Per formare un Comitato social media dinamico e funzionante, pensa alle persone coinvolte nella tua organizzazione che:

  • Come comunicare con le parti interessate
  • Come la tecnologia (non devono essere esperti di tecnologia)
  • Sono creativi
  • Tieni il dito sul polso delle ultime notizie
  • Sono ben collegati ed entusiasti

La chiave è far pensare questo gruppo di persone a lente per social media.

Piano

Inizia definendo i tuoi obiettivi. Come conoscerai il successo? Cosa puoi misurare direttamente attribuibile ai social media?

Le metriche possono includere:

  • Aumento delle iscrizioni via e-mail
  • Maggiore partecipazione agli eventi
  • Nuove iscrizioni volontarie
  • Aumento del traffico del sito Web

Se vuoi solo usare i social media per raccogliere fondi, probabilmente dovresti rivalutare quella strategia. Facebook mostra come non profit come utilizzare Facebook come gradino nella scala della raccolta fondi.

Organizzati

Crea un foglio di calcolo per la misurazione dei social media. Scegli una data di inizio e registra tutti i dati che desideri monitorare, in base alle tue metriche.

I suggerimenti includono Mi piace, follower, lettori di blog, abbonati e-mail.

Iscriviti a un account Google Analytics gratuito per misurare i riferimenti ai siti Web di social media, da dove provengono i visitatori del tuo sito Web.

Crea politiche

Il Comitato per i social media, insieme a un avvocato o un responsabile delle risorse umane, può essere incaricato di elaborare queste politiche. Esempi di politiche sui social media governative e no profit sono disponibili qui.

Domande da porre quando si crea una politica sui social media:

  • Prepara un piano per le comunicazioni di crisi. Cosa succede in caso di crisi di pubbliche relazioni?
  • Sii intelligente nel formare i dipendenti su ciò che dovrebbero e non dovrebbero condividere online.
  • Autorizzare ed educare il personale piuttosto che punirlo.
  • Chi sono gli amministratori della pagina? Chi si prenderà in carico quando questa persona è in vacanza / fuori? Chi ha le password e le informazioni di accesso?

Scegli canali

Come saprai quale canale scegliere senza conoscere il tuo pubblico e dove si trovano? Come saprai dove partecipare fino a quando non saprai chi gestirà e gestirà gli account?

Cose da considerare:

  • Dove sono i tuoi sostenitori?
  • Dove si riuniscono?
  • Chiedi o controlla i tuoi sostenitori e il collegio elettorale.

Non lasciarti sorprendere dalla nuova brillante sindrome degli oggetti. Snapchat può essere fantastico, ma ciò non significa che varrà la pena per la tua organizzazione no profit.

Ascolta

Partecipa a questi canali per avere un'idea della loro cultura. Segui / Mi piace altre organizzazioni simili. Ogni rete ha la sua cultura, il suo sentire e il suo linguaggio.

Ascolta cosa dicono le persone: cosa le muove? Cosa stanno condividendo e ritwittando?

Ascolta ciò che altre organizzazioni stanno pubblicando: sta cadendo piatto? Diventi virale? Ottieni idee e vedi cosa puoi emulare / adattare.

Lavora in modo più intelligente

Esplora vari dashboard e strumenti di pianificazione dei social media (HootSuite, TweetDeck, Buffer, PostPlanner). Ricorda, è sempre più efficace accedere e monitorare ogni sito singolarmente.

L'autenticità contro l'automazione è la battaglia senza fine. Vuoi risparmiare tempo, ma vuoi anche assicurarti di partecipare in tempo reale, condividere post e tweet di altri e riconoscere coloro che condividono i tuoi contenuti.

Crea contenuti di qualità

Creare ottimi contenuti che la tua community online vuole condividere con gli altri è la chiave del successo sui social media.

Inizia un semplice calendario editoriale. Utilizzare il calendario come strumento per la pianificazione, la pianificazione e la gestione della pubblicazione di contenuti su tutti i canali.

Pianifica come diventare visivo

È un mondo visivo e tutti dobbiamo salire a bordo. Dan Zarella di Likeable Media ha scoperto che i tweet, comprese le foto caricate, avevano il 94% di probabilità in più di essere ritwittati!

In realtà, hai bisogno di un flusso costante di immagini, foto, video e infografiche convincenti.

Non puoi estendere il tuo logo sulla tua Pagina Facebook e farlo risuonare con potenziali donatori.

Misura e migliora

L'importanza di questo passaggio non può essere sopravvalutata. Misura i risultati lentamente, ma assicurati di sapere a cosa assomiglia il successo.

Utilizzare i seguenti strumenti:

  • Facebook - Instant Post Insights
  • Twitter - ReTweets, menzioni
  • Analisi e traffico del sito Web - Google Analytics
  • Blog blog
  • Iscrizioni alle newsletter via email

Presta attenzione a ciò che funziona. Fai di più.

Festeggia i successi!

Festeggia le pietre miliari e ringrazia la tua community online per averti aiutato ad arrivarci!

  • Pubblica se raggiungi 100 fan di Facebook.
  • Riconosci tutti quelli che ti hanno aiutato ad arrivarci.
  • Pat te stesso sulla schiena: i social media sono difficili!
  • È una maratona, non uno sprint.

Julia Campbell lavora con organizzazioni no profit e aziende per migliorare i risultati sui social media.

Guarda il video: Slow Food, la comunicazione online di un'associazione no profit (Febbraio 2020).

Loading...