I 25 migliori consigli per le pubbliche relazioni dei professionisti

Le relazioni pubbliche si sono evolute dall'essere solo una strategia di vendita a una forma d'arte. La maggior parte delle piccole imprese non può avere i mezzi per assumere una società di pubbliche relazioni o uno specialista di pubbliche relazioni, ma ciò non significa che il loro impegno pubblico dovrebbe essere poco brillante.

Ecco i 25 migliori consigli di pubbliche relazioni dei professionisti:


1. Solidifica i tuoi messaggi chiave

Leigh Barer, proprietario, comunicazioni barriere

La base di ogni programma di PR è che devi comunicare chiaramente i tuoi messaggi chiave. I messaggi chiave del tuo programma di PR sono le cose più importanti che vuoi che il tuo pubblico di destinazione sappia del tuo prodotto o servizio. Sai di avere messaggi chiave solidi quando:

  • I tuoi messaggi chiave sottolineano i punti di forza e l'unicità della tua azienda e sono supportati da importanti informazioni di supporto.
  • Sono intessuti in TUTTO il contenuto e le comunicazioni con dipendenti, giornalisti, investitori, membri del consiglio di amministrazione, analisti del settore, ecc.
  • I tuoi messaggi chiave rimangono coerenti quando racconti la tua storia di marca.

Ricorda che in un programma di pubbliche relazioni, quello che dici è più importante degli strumenti che hai messo al lavoro per dirlo.


2. Identifica ciò che rende le notizie (utile)

David E. Rudolph, Senior Managing Partner, D. Ericson & Associates Public Relations

Tutte le notizie non sono degne di nota. Le piccole imprese devono capire che la sala stampa e il ciclo delle notizie sono un'arena competitiva in cui gli addetti alla pubblicità e i comunicatori stanno lottando per posizionare storie che potrebbero diventare notizie. Per vincere la battaglia per ottenere la tua storia su stampa, radio, televisione o nei social media è necessario capire come controllare le storie interne e scegliere quella giusta da trasmettere ai media. Story curating, e il controllo è il primo passo!

Visita il nostro articolo Fit Small Business per scoprirlo come ottenere la copertura stampa locale per la tua piccola impresa.


3. Conosci i tuoi giornalisti

Annie Scranton, Presidente, Pace Pubbliche Relazioni

Acquisisci familiarità con il lavoro del giornalista con cui stai cercando di stabilire una connessione. Leggi le loro storie e dai un'occhiata alle loro pagine su LinkedIn e Twitter. Acquisendo familiarità con i tipi di storie che scrivono, sarai in grado di posizionare meglio te stesso e la tua azienda in modo da attirare la loro attenzione.


4. Crea il giusto comunicato stampa

Rafe Gomez, Co-proprietario, VC Inc. Marketing

Il primo passo per generare la copertura della stampa per la tua azienda è la creazione di un comunicato stampa da inviare ai media. Sfortunatamente, la maggior parte degli imprenditori dimentica la parte "notizie" del comunicato stampa e considera lo sforzo di sensibilizzazione dei media come un'opportunità di vendere, piuttosto che informare. Inoltre, non infondono una voce affidabile e professionale nel loro rilascio e non riescono a condividere informazioni uniche, esclusive o interessanti.

In conclusione: quando realizzi un comunicato stampa nel tentativo di ottenere la copertura della stampa, sii più simile a CNN, e non come QVC. Concentrati sulla condivisione di informazioni degne di nota utili per il mercato ed evita il clamore senza fiato che ti impedirà di attirare l'attenzione da uno sbocco mediatico credibile.

Puoi controllare esempi di comunicati stampa professionali nell'articolo di Fit Small Business.


5. Sapere come dare il giusto tono a una pubblicazione

Melanie Downey, Chief Brand PR Strategist, The Publicity Workshop

Alla ricerca di idee da inserire in una rivista? Leggi la lettera dall'editore, solitamente nella parte anteriore della rivista. In esso, puoi imparare che cosa pensano, sia personalmente che professionalmente, e puoi usare quelle informazioni nel tuo campo. Ad esempio, se l'editor parla del suo amore per i viaggi, puoi utilizzarlo per presentare la tua guida turistica, i tuoi vestiti o prodotti perfetti per i viaggiatori o anche una storia di come i tuoi viaggi ti hanno ispirato ad avviare la tua attività.


6. Rimani organizzato e affidabile

Cara Zizzo, pubblicista, DineAmic Group

Uno dei consigli per le pubbliche relazioni mi sorprendo sempre a fornire professionisti PR di ispirazione, è quello di rispondere sempre alle e-mail e il più rapidamente possibile. Se l'email proviene da un cliente, dal tuo capo o dai media, rispondi immediatamente. Dico loro di farlo anche se non hanno una risposta. Rispondete ancora, facendo sapere loro che ci siete e otterrete ciò di cui hanno bisogno entro la loro scadenza o fornendogli una scadenza possibile.


7. Lavora con le PR locali

Cristy Brusoe, Owne, Brusoe Communications

Con un budget ridotto, evitate i budget di conservazione che le grandi aziende di pubbliche relazioni caricano. Cerca un freelancer locale o una ditta di PR per le startup, che sta lavorando tanto per "farcela" nel mondo degli affari quanto tu. Puoi identificare queste persone tramite LinkedIn o su siti freelance come Upwork.


8. Evitare la visione a tunnel

Doreen Clark, direttore delle pubbliche relazioni, SmartBug Media

Tutti vogliono inviare le loro informazioni agli outlet che hanno una grande diffusione. Tuttavia, non dimenticare chi è il tuo mercato di riferimento. Solo perché è grande, non significa che il pubblico sia necessariamente l'acquirente del tuo prodotto o servizio. Non diventare così concentrato sugli editor e sui giornalisti tradizionali che ti dimentichi di creare relazioni con blogger e liberi professionisti.


9. Personalizza sempre il tuo passo

Kristin Marquet, fondatore e direttore creativo di Creative Development Agency

Sforzati sempre di personalizzare qualsiasi tono inviato via email ai media e assicurati di aver scritto correttamente il nome del media pro. In altre parole, non inviare un pitch di coperta a 1.000 prese diverse (a meno che tu non voglia che il tuo pitch finisca nel cestino).


10. Considera un approccio reattivo alla tua strategia PR

Linda Pophal, consulente e proprietario, Strategic Communications, LLC

Il mio consiglio di PR è di iscriversi a strumenti come ProfNet o HARO per ricevere notifiche da scrittori, editori, giornalisti, blogger e altri che lavorano su storie. Questo approccio reattivo ha molte più probabilità di vedere il successo di idee di pitching cieco per gli editori e altri, sperando di connettersi con loro con l'argomento giusto al momento giusto.

Quando si risponde a una query ProfNet o HARO, includere il titolo della query nella riga dell'oggetto e-mail ed essere * approfondito * e sull'argomento nella risposta. Concentrati a fornire informazioni di valore al pubblico, non a promuovere apertamente te stesso oi tuoi prodotti o servizi. Può anche aiutare a offrire ulteriori informazioni o risorse di follow up, a seconda dei casi. Infine, evita di "tormentare" il giornalista per chiedere se hanno ricevuto la tua risposta o se stanno pensando di usarlo.


11. La reattività vince il giorno

Sarah Johnson, PR Specialista Fit Small Business

Una buona persona PR sempre, rende sempre i media la sua massima priorità. I media arrivano sempre prima del tuo cliente. Se in qualche modo ti opponi a un membro della stampa, hai perso per sempre quella connessione cruciale.

La reattività va di pari passo con la costruzione di relazioni. Non visualizzare i giornalisti come mezzo per terminare. Visualizzali invece, come esseri umani - quelli con cui puoi e dovresti coltivare relazioni più profonde. Una volta che i giornalisti vedono che possono contare su di te di volta in volta per idee di storie e commenti di esperti, allora tu, l'addetto stampa, diventi una merce preziosa ai loro occhi.


12. Scrivi articoli a pagamento che mostrano la tua competenza

Sandra Poirier Smith, Presidente, SmithPublicity, Inc.

Gli articoli Byline sono articoli scritti da un imprenditore, esperto, ecc. Che sono "come" con stile o rivelano segreti. NON è un pezzo di autopromozione diretto, ma conduce con contenuti e informazioni fruibili ai lettori target. I mezzi di comunicazione, stampati e online, raccolgono questi articoli (a volte, ma non spesso, persino offrono allo scrittore una piccola somma) e danno pieno credito all'autore dell'articolo. Una breve biografia è spesso inclusa insieme al nome della società, alle maniglie dei social media, al sito web, ai libri scritti, all'evento imminente, ecc.

Una volta che si verifica un inserimento di articoli, i titolari possono utilizzare questa preziosa copertura per ritrasmettere i collegamenti all'articolo sul blog / blog e alle piattaforme di social media e aggiornare il materiale di marketing e la loro biografia ("come descritto nella rivista ABC"), tutti che costruisce il loro marchio personale e la loro credibilità mentre aumenta la visibilità per il loro business.


13. Creare un calendario annuale PR e marketing

Larry H. Oskin, presidente, soluzioni di marketing

Per quanto riguarda i consigli di pubbliche relazioni, uno dei migliori consigli è quello di pianificare in anticipo. Poiché la maggior parte dei media giornalieri, settimanali e mensili funzionano con un anticipo di 1-3 mesi, creare un piano di pubbliche relazioni con annunci stampa che siano tempestivi prima di ogni annuncio di stagione, festività o calendario aziendale.


14. Trova i modi per rendersi pertinente anche se non hai nessuna "notizia" da condividere

Eleana Collins, regista, Warschawski

Non è necessario attendere fino a quando non si rilascia un nuovo prodotto, si avvia un nuovo servizio, si sviluppa o si espande. Puoi legarti alle opportunità tempestive e pertinenti nelle notizie legando la tua attività a ciò che sta già accadendo. Ad esempio, il mese nazionale dell'imprenditoria è a novembre. Puoi usarlo come un'opportunità per condividere la tua storia imprenditoriale?

Se hai le risorse e il tempo, puoi anche fare un ulteriore passo avanti e creare te stesso le notizie. Usando l'esempio del mese nazionale dell'imprenditoria, pensa ai valori del tuo brand e ai tipi di campagne che puoi creare che hanno un angolo di notizie e riflettono anche i tuoi valori. Se apprezzi l'istruzione o la cura della tua comunità, potresti creare un concorso per bambini delle scuole superiori che aspirano imprenditori e vogliono entrare nel tuo settore e lanciare una serie di seminari su ciò che devono sapere per avere successo.


15. Fai uso di Twitter

Aly Jamison APR, proprietario, Jamison PR

Il mio più grande consiglio di PR è quello di sfruttare Twitter. Seguo vari giornalisti / editori su quella piattaforma sociale, ed è stato utile in alcuni modi. In primo luogo, mi permette di conoscere quelle persone e rimanere aggiornato sulle storie che stanno scrivendo. Inoltre, non è insolito per loro pubblicare richieste di fonti. Infine, è utile creare liste di Twitter e raggruppare i contatti. Ad esempio, se lavori con i clienti nel settore dell'istruzione, del ristorante e della costruzione, crea elenchi separati per ognuno e scorri quelli quando hai tempo.


16. Collabora con un ente di beneficenza

Jon Sloane, VP & PR Client Success Manager, PowerPost Digital

Un'efficace strategia di PR per una piccola impresa è quella di collaborare con un'organizzazione benefica a un evento insolito. L'evento dovrebbe coinvolgere il tuo prodotto o servizio e un'organizzazione di beneficenza considerata "media cara", che in genere significa enti di beneficenza degni di beneficenza a favore di donne, bambini o animali. Quelli tendono a attirare l'attenzione dei media e creare foto fantastiche, il che significa TV. copertura. Fai in modo che l'evento mostri la tua attività, i partner di beneficenza, e raccolga denaro con un raggio d'azione per il pubblico in generale. La copertura risultante nei media mainstream e social migliorerà la consapevolezza del marchio e comunicherà i tuoi messaggi nella miglior luce possibile con il tuo pubblico.


17. Sbriga le tue iniziative di PR e Social Media

Hilary Reiter, PR professionale e proprietario, Redhead Marketing & PR

Molte aziende erroneamente hanno iniziative di pubbliche relazioni e social media frammentate. Sono veramente efficaci quando si completano a vicenda. Le notizie sulla tua attività dovrebbero essere pubblicate sulle tue piattaforme social con i nomi dei media e dei reporter taggati. Gli editori e gli scrittori amano vedere che stai condividendo i loro contenuti, e questo potrebbe costringerli a coprirti di nuovo in futuro. I social media sono anche uno strumento fantastico per la ricerca di giornalisti e giornalisti che coprono il tuo settore. Ho spesso scoperto i reporter su Twitter e mi sono collegato a loro in questo modo per lanciare idee di storia e informarli sui miei clienti. Quando il tuo PR e i social media sono gestiti dallo stesso individuo o entità, è più probabile che la tua attività possa rimanere di fronte ai tuoi media ed editori target target seguendoli e interagendo con loro.


18. Spremere quanto più chilometraggio possibile da un posizionamento PR

Caroline Callaway, Presidente e Fondatore, Bolt PR

PR non è un posizionamento unico. Per essere competitivi e massimizzare il tuo investimento, PR deve essere parte di uno sforzo di comunicazione integrato. Una volta assicurato il posizionamento della stampa, si desidera sfruttarlo su tutti i canali digitali. Questo include pubblicare su di esso sui social media, aggiungerlo alla tua newsroom online, scrivere un blog sulle notizie e condividerle con il tuo database di posta elettronica. Dovresti anche sfruttarlo per ulteriori opportunità come parlare di impegni e articoli su argomenti di notizie.


19. Grandi imprese sanno come raccontare la loro storia

Jennifer Fortney, fondatrice, CascadeComms

Non vendere la loro storia, ma dillo. Sanno come rendere avvincente la storia della loro azienda: definire il whys e com'è che li ha portati ad avviare l'attività, creare e lanciare il prodotto o il servizio. Inoltre, nel mondo dei nuovi media di oggi, i giornalisti non hanno spesso il tempo di vedere la storia tra i fatti dell'azienda / del prodotto. Devi dare loro la storia, e poi possono decidere dove potrebbero volerci andare. Molte aziende pubblicano comunicati stampa che leggono come schede informative che mettono in luce i vantaggi, e, mentre i benefici sono importanti, non mostrano un giornalista, i cui lettori sono i consumatori, ciò che significa la vostra azienda, prodotto o servizio per i clienti. O rispondere a domande come come e perché cambierà il loro mondo? O quale legame personale hai che presta ancora più credibilità e interesse umano alla tua storia?


20. Conoscere le migliori pratiche sulla distribuzione dei comunicati stampa

Jillian Ilao, Staff Writer presso Fit Small Business

Avere una bella storia che promuove la tua attività è una cosa, farti notare dai giornalisti che hai scelto è un altro. Immagina quante centinaia di e-mail che ogni giornalista riceve ogni giorno per richiedere la sua presenza - cosa ci vorrà per far risaltare la tua storia?

Tutto inizia con la scelta dei giornalisti giusti, seguito dal conoscere il modo migliore per contattarli e quindi assicurarti di aver preparato il tono più interessante che vorrebbe farli sentire di più da te. Una volta che hai ottenuto la loro attenzione, mostra loro che sei una persona molto competente e competente su cui possono contare. Infine, assicurati di coltivare i tuoi rapporti con i giornalisti anche molto tempo dopo aver pubblicato il tuo comunicato stampa.


21. Inserisci una pagina "Media" o "Stampa" sul tuo sito web

Lisa O'Neill, preside, Newton O'Neill Communications

Uno dei migliori consigli per le relazioni pubbliche è quello di creare un media o una pagina di stampa sul tuo sito web. Assicurati che il tuo sito web sia ben progettato, ben scritto, pulito, chiaro e contenga informazioni di contatto - email e preferibilmente telefono. Crea una sezione per ospitare i materiali relativi alle "relazioni con i media" di biografie aziendali, comunicati stampa, fatti aziendali rilevanti e cronologia, post di blog e per condividere i risultati di media / influencer nel momento in cui si verificano. Questo dimostra che sei in cima alla tua immagine.


22. Diventa un oratore ospite sui podcast

Anna Bolender, Responsabile PR, Badger Maps

Le piccole aziende, o meglio i loro fondatori o amministratori delegati, dovrebbero diventare ospiti di podcast rilevanti nel loro settore per ottenere visibilità da un pubblico più vasto. I podcast sono molto popolari e alcuni hanno milioni di ascoltatori. Come una piccola azienda, probabilmente non hai le risorse per ospitare la tua ma puoi sicuramente provare a diventare un oratore ospite!

Cerca i podcast che il tuo pubblico di destinazione potrebbe ascoltare e che sono rilevanti per il tuo settore e le tue competenze. Ad esempio, il tuo fondatore può parlare di podcast su argomenti come l'imprenditorialità, le startup e gli argomenti relativi al tuo prodotto. Con una tale varietà di podcast là fuori, troverai sicuramente alcuni luoghi in cui gli ospiti vorrebbero avere il tuo fondatore o CEO come esperto.


23. Capire come lavorare con gli influenzatori

Tori Ross, Director of Account Services, Reed Public Relations

Quando si tratta di lavorare con influencer come blogger, celebrità e altri personaggi dei social media per promuovere la tua piccola impresa, a volte meno è più in termini di follower. Puoi facilmente spendere centinaia o migliaia di dollari per un singolo post sponsorizzato da influencer famosi. Tuttavia, gli studi dimostrano che con l'aumentare del numero di follower di un influencer, il loro coinvolgimento del pubblico diminuisce.

Gli individui con un numero di follower compreso tra 1.000 e 10.000, noti come micro-influencer, detengono effettivamente più potere nel mondo digitale di oggi. Questi micro-influencer tendono ad avere un seguito più impegnato e leale. È più probabile che vengano considerati una fonte attendibile di informazioni e raccomandazioni rispetto agli influencer con centinaia di migliaia o milioni di follower. Di solito sono anche più aperti a condividere post in cambio di beni e servizi piuttosto che di scambi monetari, in modo che possano essere altrettanto efficaci in termini di costi.


24. Usa le festività per promuovere il tuo marchio

Jerry Buchs, consulente principale e PR, Sandstone Communications

Connetti la tua idea di PR a una festività o a un periodo dell'anno che fa notizia, ma sii controcorrente. Ci sono molte opportunità di pubbliche relazioni disponibili per gli imprenditori e le piccole imprese in determinate stagioni o periodi dell'anno. Anche in questo caso, a seconda del business, le idee della storia potenziale possono essere abbondanti per Halloween, Ringraziamento, Natale, la fine dell'anno o l'inizio del nuovo anno, San Valentino, Spring Break, stagione delle imposte sul reddito, matrimoni di giugno, vacanze estive e ancora e ancora.

Ma lo scorso gennaio, ho sentito un reporter dire: "Se avrò un altro tono tipico del PR legato al Super Bowl, penso che diventerò pazzo." Uh oh. Quindi la lezione qui è di sviluppare idee per la storia che si collegano con una vacanza o un periodo dell'anno, ma che vanno contro il grano e attirano l'attenzione dei media. Come può la tua storia essere diversa - o addirittura contraria - senza essere pazza?


25. Prova un servizio di comunicato stampa per espandere la tua copertura

Maggie Aland, editor di marketing, Fit Small Business

I servizi di stampa forniscono quel collegamento cruciale tra la tua azienda e il pubblico con la loro vasta rete di contatti su tutte le piattaforme multimediali. Sono anche a prezzi competitivi, quindi prima di decidere l'importo che sei disposto a spendere per le pubbliche relazioni, è una buona idea conoscere tutte le opzioni. Assicurati di avere una visione solida del tuo PR in modo da poterlo abbinare ai servizi che offrono.


Come puoi vedere, non mancano i consigli sulle relazioni pubbliche per andare in giro. Vorremmo ringraziare tutti i nostri esperti che hanno condiviso le loro intuizioni. Il tuo suggerimento non è arrivato alla nostra Top 25? Condividili con noi nei commenti qui sotto!

Guarda il video: 6 LIBRI DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE (Ottobre 2019).

Loading...